Altro, In movimento

UCLM, ovvero Universidad de Castilla-La Mancha

Escuela Politécnica Superior - UCLM, campus di Albacete

Oggi giro all’univeristà della Castilla-La Mancha, campus albaceteño.

Ho già spiegato in questo articolo dove si trova il Carrefour vicino al Paseo de Circunvalación, bene da qui procedete oltre e seguite la mappa qui sotto per arrivare fino all’Università.

Buona navigazione! ;)

Sul Paseo de Circunvalación troverete dei simpatici semafori che sinceramente non avevo mai visto prima (oh so’ de Udine, normalmente i miei viaggi sono interni al Friuli, anzi già Trieste è meta ambiziosa per le mie corte scorribande, purtroppo…). Insomma, appena arriva il verde, questi aggeggi stradali evoluti :P mostrano la figura di un omino che cammina e il conteggio dei secondi che restano prima che torni il rosso. Man mano che si avvicina il momento il cui il semaforo cambia colore, l’omino inizia a correre sempre più velocemente. Devo dire che questo tipo di semaforo dà veramente una mano a capire se è il caso di iniziare l’attraversamento o meno, immagino poi che gran servizio sia per i vecchietti della città. Da noi in quali metropoli avete visto questo genere di semafori? Qua a Udine probabilmente vedremo queste tecnologie nate da “profonde” intuizioni forse fra una quindicina d’anni… XD

Statua del Paseo de Circunvalación

Gardinetti sulla via verso l'università

Mentre ci si avvicina all’Università si passa per una zona residenziale molto tranquilla. Villette a schiera, un’aiuola ricca di alberi in fiore e di giardinieri con le loro carriole. Qui il verde la fa da padrone, anche se la cosa dura pochi minuti: appena il paesaggio si apre e si intravede un po’ di più il complesso universitario, tutto torna a sembrare aridissimo e a ricordare le porte del deserto. Ad un tratto scorgiamo una serpe strisciare accanto a noi e subito dopo, girando la testa a destra, ecco il viale interno dell’Università.

Carriola di giardiniere, Albacete

Serpe accanto a un marciapiede, Albacete

Ho già detto che qui ad Albacete, ma in realtà credo un po’ in tutta la Spagna, almeno dall’esperienza che ho avuto io, tutto è vasto e altissimo. Qui la stradina è larghissima, completamente lastricata di mattonelle e con ai lati un brulicare di piante profumatissime. Oddio, io sinceramente ho avuto il mio daffare ad apprezzare tutti gli odori che giungevano, questo perchè odio la lavanda, e da un lato del camminamento non c’era che questa simpatica pianta tipica della macchia mediterranea.

UCLM, campus di Albacete - viale

UCLM, campus di Albacete - aiuole in fiore

Si procede fino in fondo alla strada pedonale e si vedono sulla sinistra i primi padiglioni del campus di Albacete, altissimi e imponenti appunto, immersi anche loro tra le aiuole sabbiose e piene di oleandri e altre piante non meglio riconosciute.

UCLM, campus di Albacete

Quando arriviamo davanti all’edificio principale, quello dove si trovano gli studi dei professori di informatica e che riporta la dicitura “Escuela Politécnica Superior”, troviamo anche qualche acero con i semi ancora attaccati ai rami. Sia da fuori che entrandoci, si capisce subito che questo padiglione del complesso universitario ha i suoi anni, corridoi ovviamente larghissimi e stanze che ricordano un buon compromesso tra la sede dei Rizzi e quella di via Mantica dell’Università di Udine. Sì non è facile immaginarselo forse, ma purtroppo non ho fotografato nulla al suo interno.

Escuela Politécnica Superior - UCLM - campus di Albacete

Da qui, percorrendo la via verso l’uscita, si passa davanti all’ultimo edificio, l’Edificio Polivalente che riporta anche il logo ufficiale dell’Università e più avanti ancora si esce definitivamente dal polo, trovando tutti quei baretti e localini, dove gli studenti spagnoli e non, bevono e si divertono dopo aver seguito la lezione… o dopo averla saltata. :)

Qui le bottigliette di birra, quelle da 20cl, chiamate anche quinti, si bevono a fiumi come il tinto de verano, letteralmente il vino dell’estate, un cocktail preparato con vino rosso e gazzosa, che riempie tutti i tavolini dei gazebo colmi di persone. In Spagna i ragazzi non sembrano quei mezzi zombi che si vedono nei nostri pub il sabato sera, che silenziosi guardano il televisore del locale o il loro cellulare, senza riuscire a proferir parola con i loro amici, qui tutti hanno sempre qualcosa da dire o da fare, l’energia degli spagnoli ti entra subito nelle vene e si respira sicuramente un’aria più serena e distesa.

Poster nella zona baretti vicino all'università

Previous Post Next Post

You Might Also Like

2 Comments

  • Reply Mara 10/06/2013 at 20:52

    Tinto de verano!!tinto de verano!!prepara che tempo dieci minuti sono da te

  • Reply Katia 11/06/2013 at 16:07

    @Mara: Ahahah non credo che tu mi abbia trovata… :P

  • Rispondi a Mara Cancel Reply


    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

    Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.     Maggiori informazioni

    Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

    Chiudi