Cucina, Etnico, Salse

Yogurt greco fatto in casa

Yogurt greco fatto in casa

Sìììì, finalmente sono riuscita a replicare lo yogurt greco, e la ricetta non è nemmeno così complicata, anzi è proprio facilissima! :D
L’unica cosa difficile sta nell’acquistare gli attrezzi giusti, a partire dalla yogurtiera che costa comunque abbastanza poco.

Lo yogurt è sicuramente gustoso, ma non c’è che dire lo yogurt greco ha una marcia in più, può essere usato allo stesso modo dello yogurt normale e anche come salsina di accompagnamento a piatti di carne, panini, zuppe e così via. È un vero amico in cucina e così appena ho trovato il procedimento per farlo in casa ho dovuto cimentarmi. Niente di più facile.

Preparate il vostro yogurt bianco con la yogurtiera che avete in casa. Se non ce l’avete io uso questa ma potete veramente comprarvi quella che preferite. Si parte da latte, yogurt ed eventuali aggiunte di aromi, marmellata o panna. In questo caso per avere lo yogurt greco bianco classico evitiamo qualsiasi tipo di aroma o marmellata.

Qualche piccolo consiglio per lo yogurt di partenza. Lo yogurt che preparerete con la vostra yogurtiera potrà già venirvi un po’ più denso e cremoso da subito se al latte aggiungerete un cucchiaio di panna. Tenete sempre presente che se per il vostro yogurt iniziale (quello che mescolerete al latte) userete yogurt greco, quasi certamente il risultato sarà più cremoso perché di norma lo yogurt greco contiene una piccola percentuale di panna.
Altro modo per addensarlo di più è tenerlo al calore della yogurtiera per più tempo. In questo caso però otterrete anche uno yogurt più acido, quindi questo metodo va calibrato adeguatamente rispetto ai vostri gusti.

Una volta terminata la “cottura” nella yogurtiera fatelo raffreddare. A questo punto prendete un contenitore e un grande colino, o in alternativa uno scolapasta, da appoggiarci sopra (magari uno coi fori più piccoli possibili, non è fondamentale ma può essere d’aiuto, soprattutto se avete uno yogurt un po’ troppo liquido). State attenti che lo scolapasta (o colino che sia), rimanga separato dal contenitore su cui è appoggiato, in modo che il siero già colato non torni a contatto con il prodotto filtrato. Insomma deve rimanere abbastanza spazio tra il colino e la base del recipiente che utilizzerete.
Sul colino adagiate due garze, girando una delle due di 45 gradi rispetto all’altra in modo da infittire la “griglia” del vostro meccanismo di filtraggio.
Ora versateci lo yogurt e tenete il tutto coperto in frigo per circa otto ore o di più se lo volete più denso. Passato questo tempo è pronto per essere utilizzato o conservato per qualche giorno un un contenitore ben chiuso.
Per i giorni di conservazione utilizzerei gli stessi indicati dalle istruzioni della macchina, ad esempio la mia indica 8 giorni per uno yogurt fatto con latte a lunga conservazione e qualcosa di meno per quello fatto con latte fresco (bollito e raffreddato).

Nell’esperimento che vedete in foto, per lo yogurt naturale sono partita da uno greco con aggiunta di panna, dopodichè l’ho tenuto per 9 ore a scaldare, mentre di norma lo tengo al massimo 8. Volevo essere proprio arci-sicura che il risultato ci fosse :). Sui tempi tornerò indietro perché c’era un pelo di acidità di troppo per i miei gusti. Probabilmente eliminerò anche la panna per renderlo più leggero e piuttosto lo terrò qualche ora in più in frigo.

E ora divertitevi voi!

Yogurt greco fatto in casa

Previous Post Next Post

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.     Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi