Altro, In movimento

Prima di mettersi l’abito da sera

Plaza de Toros, Albacete

Oggi vi mostro la zona della Feria di Albacete nel suo abbigliamento pomeridiano, col suo mulino e i grandi murales che ormai, l’avete capito, caratterizzano tutte le città della Spagna. Potete seguire il percorso qui.

Nei pressi trovate anche la Plaza de Toros, di color giallino e dall’aspetto sensibilmente diverso dalle solite, per il suo stile mudejar, parola che indica i musulmani rimasti in terra iberica dopo la Reconquista cristiana e a cui era stato permesso di mantenere la propria cultura, religione e lingua, tolleranza in realtà durata ben pochi anni. Le sue torrette tradiscono l’architettura non cristiana e danno un bel movimento alla struttura tipicamente cilindrica di queste arene. Accanto alla Plaza de Toros potete scorgere un giardinetto, quello che affianca la Calle Feria e che porta alla zona in cui la sera le tascas si aprono per dare il via ai banchetti fatti di birra, caracoles e altre specialità di cui vi ho già tanto parlato. Dando uno sguardo a terra ogni tanto, quando siete sui marciapiedi di questa zona, scoprirete delle targhe inserite nel cemento, a memoria dei grandi festeggiamenti organizzati per il trecentenario della Feria del 2010.

Plaza de Toros, Albacete

III centenario della Feria di Albacete, 1710-2010

Mulino vicino alla Feria, Albacete

Prima di seguire il percorso che porta al Recinto Ferial è d’obbligo fermarsi al piccolo mulino ad acqua, che riprende lo stile dei tipici mulini a vento mancheghi. In alto trovate un’iscrizione del ’79 che in italiano reciterebbe così: “In un giorno si può distruggere molto, in 8 giorni con l’impegno di un gruppo di concittadini si realizzò questa fonte. Facciamo cose… nel bene della città.”. Non mancano sempre su questo mulino riferimenti alla storia del personaggio romanzesco di Don Quijote, anzi trovate addirittura una piccola targhetta verde con una grande “X” e la scritta “Ruta de Don Quijote”, che sta ad indicare che questo è uno dei luoghi in cui il romanzo è stato ambientato. Infatti in occasione dei 400 anni dalla prima pubblicazione della prima parte del romanzo, avvenuta nel 1605, è stato istituito questo percorso, fatto in realtà solo di punti segnalati con appositi cartelli o targhette segnaposto verdi con scritte bianche, che possono essere visitati seguendo un tragitto del tutto personale. Potete trovare alcune di queste iscrizioni anche in qualche zona di Toledo, altra città splendida di cui vi parlerò.

Dal mulino potete incamminarvi verso il largo marciapiede che porta al Recinto Ferial, deviando leggermente se volete, per il giardino che lo affianca. Da qui inizate a scorgere alcuni muri di grandi palazzi abbelliti con immensi dipinti che pubblicizzano la Feria e le attività ad essa correlate. All’interno del giardino anche una simpatica fontanta abbellita con delle sculture di rane che sputano acqua alimentando lo specchio d’acqua sotto di loro e un baldacchino che la sovrasta dove potrete mettervi in posa e farvi fare una bella foto ricordo.

Murales nella zona della Feria di Albacete

Particolare del giardino della Feria

Alla fine del giardino tornate sul marciapiede, nella zona delle tascas, al termine della quale c’è la strada e oltre, davanti a voi, il Recinto Ferial. Questo normalmente lo trovate chiuso al pubblico, a meno che non sia il giorno di San Juan, passato da poco ormai (si festeggia il 23 giugno), oppure il mese di settembre, mese in cui le tascas vengono dismesse e si fa la gran chiusura della Feria. Anche se non vi potete entrare, l’esterno offre uno spiazzo gigantesco con alcuni alberelli piantati qua e là, dove camminare un po’, guardando gli abitanti del luogo portare in giro i loro cagnolini, prima di andare verso altre desitinazioni e magari, perchè no, mangiare qualche tapa sempre alla Feria.

Previous Post Next Post

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.     Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi